12 giugno 2017

Vincitori Premio Giornalistico Bayer Emofilia

Milano, 12 giugno 2017 Stefania Cifani con l’articolo “Legami di sangue” per la categoria Quotidiani e Periodici; Lino Grossano (lacuranellanotizia.altervista.org”,) con l’articolo “Emofilia, la ricerca può cambiare la storia della malattia e l’efficacia delle cure” per la categoria Testate online, blog inclusi, e Lidia Scognamiglio (Rai Due TG2 Medicina 33) con il servizio “Emofilia, nuovi farmaci per una vita normale” per la categoria Radio e TV.

 Zoom image

Sono loro i tre giornalisti vincitori della prima edizione del Premio Giornalistico Bayer “Emofilia, aspetti sociali e clinici. Obiettivo: migliorare la qualità di vita dei pazienti”.

 

Nato con l’obiettivo di sensibilizzare la stampa a divulgare la conoscenza dell’emofilia e delle terapie a disposizione del paziente, ma anche e soprattutto a sensibilizzare l’opinione pubblica sugli aspetti clinici e sociali della malattia, il Premio ha riscosso notevole successo: 34 i giornalisti che vi hanno preso parte e 49 i lavori pervenuti.

 

“Siamo molto contenti del risultato ottenuto e di poter dare questo riconoscimento a quanti svolgono la professione di giornalista con completezza di contenuti, competenza professionale, attraverso un linguaggio chiaro ed esaustivo nell’esposizione – spiega la Daniele Rosa, Direttore Comunicazione di Bayer in Italia”: grazie al Premio Giornalistico, abbiamo fatto luce ancora una volta su una patologia che, sebbene rara, solo in Italia colpisce circa 4.000 persone, 30.000 in Europa, 400.000 nel mondo. Inoltre, siamo riusciti nell’intento di comunicare, attraverso i lavori della stampa che ha partecipato al Premio, le innovative soluzioni terapeutiche a disposizione del paziente”.

A proposito di Emofilia A

L’emofilia colpisce circa 400.000 persone nel mondo ed è una patologia principalmente ereditaria in cui una delle proteine necessarie per la formazione dei coaguli di sangue è mancante o carente. L’emofilia A è il più comune tipo di emofilia; in questo caso è assente o presente in quantità ridotta il fattore VIII. L’emofilia A colpisce 1 persona su 10.000, per un totale di più di 30.000 persone in Europa. Nel tempo, l’emofilia A - a causa di sanguinamenti continui o spontanei, specialmente nei muscoli, nelle articolazioni o negli organi interni -  può portare a quadri di artropatia invalidanti.

 

 

Bayer: Science For A Better Life

Bayer è un’azienda globale con competenze chiave nei settori delle Life Sciences, Salute e Agricoltura. I prodotti e i servizi sono pensati per il benessere delle persone e per migliorare la qualità della loro vita. Allo stesso tempo, il Gruppo Bayer aspira a creare valore attraverso l’innovazione, la crescita e un’elevata redditività. Bayer fonda la propria attività sui principi di sviluppo sostenibile e sulla responsabilità etica e sociale. Nel 2016, il Gruppo ha impiegato oltre 115.000 persone e registrato un fatturato di 46,8 miliardi di euro. Gli investimenti in Ricerca & Sviluppo sono stati pari a 4,7 miliardi di euro. Queste cifre comprendono l’area di Business dei Materiali Polimerici Innovativi, portata sul mercato azionario come Covestro, società indipendente, il 6 ottobre 2015.

 

 

Contact:

Daniele Rosa, phone 02 3978.2376

Email: Daniele.Rosa@bayer.com

 

Grazia Bonvissuto, phone 02 3978.2845

Email: Grazia.bonvissuto@bayer.com

 

Ufficio Stampa GAS Communication

Francesco Demofonti – Fabrizia Giordano

Tel. 06 68134260; Mob. 338 4376425 – Mob. 340 8442760

Email: f.demofonti@gascommunication.com; f.giordano@gascommunication.com

 

 

Forward-Looking Statements

This release may contain forward-looking statements based on current assumptions and forecasts made by Bayer management. Various known and unknown risks, uncertainties and other factors could lead to material differences between the actual future results, financial situation, development or performance of the company and the estimates given here. These factors include those discussed in Bayer’s public reports which are available on the Bayer website at www.bayer.com. The company assumes no liability whatsoever to update these forward-looking statements or to conform them to future events or developments.