10 settembre 2015

Fare la differenza: i futuri leader dell’agricoltura hanno finalizzato la dichiarazione per il Comitato dell’ONU sulla Sicurezza Alimentare Mondiale

  • La “Canberra Youth Ag-Declaration” sarà presentata il prossimo ottobre a Roma
  • I delegati dei vari Paesi sono tornati a casa pieni di entusiasmo, nuove conoscenze e competenze creando un network globale
  • Per i giovani talenti italiani Bayer CropScience organizza dal 16 al 18 settembre l’evento “3 giorni con Bayer CropScience”

 

Milano, 10 settembre 2015 – I giovani leader dell’agricoltura provenienti da tutto il mondo hanno creato la “Canberra Youth Ag-Declaration”, un appello ad agire a livello globale per aiutare a risolvere questioni riguardanti l’agricoltura moderna e il tema della  sicurezza alimentare.

 

 

 

In agosto, Bayer CropScience e Future Farmers Network Australia hanno riunito a Canberra 100 giovani leader, tra 18 e 25 anni, provenienti da 33 nazioni, tra cui l’Italia con i suoi due delegati, per il Youth Ag-Summit. Un grande evento per discutere sull’importante ruolo che giocano la  scienza e l’agricoltura sul tema “How to feed a hungry planet?”

La dichiarazione di Canberra delinea le soluzioni e le azioni proposte dai giovani leader e sarà presentata al Comitato dell’ONU per la Sicurezza Alimentare Mondiale a Roma, nel mese di ottobre, dal delegato australiano Laura Grubb e keniota Samba Ouma .

 

Un invito ad agire

I delegati hanno votato i loro temi prioritari durante tutta la settimana per formare la base della dichiarazione che verte sui seguenti aspetti: istruzione e aumento delle competenze, comunicazione sulle opportunità in agricoltura e sul ruolo nella società, consumo responsabile e sostenibile, innovazione, ricerca e sviluppo, leadership personale e organizzativa.

I temi della dichiarazione sono supportati da soluzioni e azioni, presentate dai delegati nell’ultima giornata del Summit.

 

Tra le soluzioni proposte:

 

  • Sviluppare una piattaforma aperta e  multicanale per educatori del settore agricolo professionisti, e non, per costruire maggiori competenze attraverso una continua formazione;
  • Promuovere e valorizzare a livello globale l'immagine degli agricoltori e le molteplici opportunità offerte dal settore agricolo;
  • Potenziare il consumo critico e responsabile  puntando sull’educazione e utilizzando meglio le risorse esistenti;
  • Creare un network globale per avvicinare i giovani innovatori alle esigenze dell’agricoltura moderna, per guidare la condivisione delle informazioni, delle soluzioni o dei fondi a disposizione per il settore;
  • Creare una piattaforma globale per i giovani per dare vita a un movimento che plasmi le nuove generazioni di leader attraverso attività di formazione e tutoraggio tramite gruppi giovanili.

 

Queste azioni saranno messe a punto nelle prossime settimane e presentate al Comitato dell’ONU per la Sicurezza Alimentare nel mese di ottobre.

 

"Per concretizzare quanto emerso dal Youth Ag-Summit 2015 è fondamentale presentare le soluzioni e le azioni individuate dai 100 delegati ai vertici della politica globale e ai decision maker più influenti. L'opportunità di presentare la dichiarazione all’ONU, affermando che questo è ciò che i giovani di tutto il mondo pensano debba essere fatto per sfamare un pianeta affamato, è un passo significativo verso il cambiamento", afferma Georgie Aley, Amministratore Delegato del Future Farmers Network Australia.

 

"I giovani hanno un potenziale incredibile per affrontare e risolvere le sfide alimentari, globali e locali – aggiunge Bernd Naaf – Membro del Consiglio Direttivo di Bayer CropScience. “Il Youth Ag-Summit ha dato voce alle idee dei giovani e questa dichiarazione è un primo e significativo passo verso un lungo viaggio. Inoltre, l’impegno di ciascun delegato crea un impatto positivo anche a livello locale e questo è altrettanto importante per aiutare a individuare le soluzioni a livello globale".

 

Guidare il cambiamento, a livello globale e locale

Laura Grubb, studentessa australiana  in  scienze animali, è sempre stata attiva nel settore agricolo con una passione per la tecnologia e l’innovazione: questi due aspetti sono per lei fondamentali per poter affrontare, in modo sostenibile, le sfide alimentari globali. "È una grande opportunità; solitamente, durante le conferenze, le  informazioni e le idee condivise rimangono sterili. Noi, invece, abbiamo l’opportunità di comunicare a tutto il mondo, nei Paesi sviluppati e in via di sviluppo, attraverso diversi eco-sistemi, culture e popolazioni. Questo significa che possiamo davvero mettere in pratica ciò che abbiamo sviluppato al Summit e fare la differenza”, ha affermato Laura.

 

Samba Ouma è uno studente universitario prossimo a una laurea in Economia & Commercio. La sua forte motivazione ad impegnarsi nel campo della sicurezza alimentare  deriva dalla sua esperienza personale, in quanto testimone della forte carenza di cibo in Kenya. Samba crede fortemente nella formazione e nella responsabilizzazione, soprattutto dei giovani. "Sono così grato di rappresentare tutti i 100 delegati e di parlare a nome di tutti loro in occasione della conferenza dell’ONU", ha dichiarato Samba.

 

Oltre a sviluppare la dichiarazione, a ciascun delegato è stato chiesto di pensare a "3 piccole cose" da fare al rientro nel proprio Paese: piccoli obiettivi legati ad azioni concrete, per fare la differenza.

"I miei obiettivi personali, legati alle ‘3 piccole cose’ sono relativi ai bisogni della mia comunità, sui quali posso impegnarmi per guidare il cambiamento”, ha aggiunto Samba. "La mia priorità è quella di mantenere viva la conversazione, soprattutto sui social media perché è lì che trovo la maggior parte dei giovani. Ed è proprio sui social media che possiamo esprimere tutto il nostro potenziale. La mia seconda priorità sarebbe quella di sfruttare i prossimi quattro sabati dopo il Summit - in quanto lavorerò con un gruppo di giovani a Mombasa - per raccontare la mia esperienza in Australia, condividere quanto appreso e trasferire le mie conoscenze. Infine, voglio lavorare a stretto contatto con l'altra delegata dal Kenya e con il mio country-mentor che mi ha seguito e supportato durante il Summit, al fine di proporre al mio Paese un’iniziativa di valore che porterà tutti a bordo”, ha concluso Samba.

 

I delegati rimarranno in contatto attraverso il “Youth Ag-Network”, un’esclusiva piattaforma online per sostenersi e continuare a imparare gli uni dagli altri.

 

Per dare seguito al Summit Bayer CropScience in Italia organizzerà presso la sede di Milano l’evento “3 giorni con Bayer CropScience”. Dal 16 al 18 settembre, dieci giovani talenti appassionati di agricoltura, tra cui i due delegati italiani selezionati per il Youth Ag-Summit, avranno la possibilità di “calarsi” nella realtà aziendale, visitare EXPO e prendere parte a una giornata di orientamento con la funzione Human Resources di Bayer. Un evento che dimostra l'impegno e l'interesse di Bayer verso la crescita professionale e personale delle future generazioni, vero motore dell'innovazione.

 

Per scaricare il press kit e conoscere meglio i delegati: www.youthagsummit.com

 

Video sul YAS 2015: https://youtu.be/Tnuzj2XirgE

 

YouTube: www.YouTube.com

Facebook: www.Facebook.com/YouthAgSummit

Twitter: www.Twitter.com/YouthAgSummit

Instagram: https://instagram.com/youthagsummit/

 

About Bayer CropScience

Bayer is a global enterprise with core competencies in the Life Science fields of health care and agriculture. Bayer CropScience, the subgroup of Bayer AG responsible for the agricultural business, has annual sales of EUR 9,494 million (2014) and is one of the world’s leading innovative crop science companies in the areas of seeds, crop protection and non-agricultural pest control. The company offers an outstanding range of products including high value seeds, innovative crop protection solutions based on chemical and biological modes of action as well as an extensive service backup for modern, sustainable agriculture. In the area of non-agricultural applications, Bayer CropScience has a broad portfolio of products and services to control pests from home and garden to forestry applications. The company has a global workforce of 23,100 and is represented in more than 120 countries. This and further news is available at: www.press.bayercropscience.com.

 

 

Contatti:

Daniele Rosa

Tel. +39 02 3978 2376

E-mail: daniele.rosa@bayer.com

 

Paola Orfino

Tel. +39 02 3978 2390

E-mail: paola.orfino@bayer.com

 

Per ulteriori informazioni:

www.cropscience.bayer.it   

 

Forward-Looking Statements

This release may contain forward-looking statements based on current assumptions and forecasts made by Bayer Group or subgroup management. Various known and unknown risks, uncertainties and other factors could lead to material differences between the actual future results, financial situation, development or performance of the company and the estimates given here. These factors include those discussed in Bayer’s public reports which are available on the Bayer website at www.bayer.com . The company assumes no liability whatsoever to update these forward-looking statements or to conformthem to future events or developments.