26 aprile 2016

“Emofilia, aspetti sociali e clinici. Obiettivo: migliorare la qualità di vita dei pazienti”. Al via il Premio Giornalistico Bayer

•    Sensibilizzare la stampa a far conoscere l’emofilia e creare awareness su una malattia rara
•    Divulgare I traguardi della ricerca scientifica e le innovative soluzioni terapeutiche a disposizione dei pazienti emofilici

Roma, 26 aprile 2016 – Sensibilizzare i professionisti dell’informazione a divulgare la conoscenza dell’emofilia e creare awareness su una malattia rara. Sono gli obiettivi che si pone il Premio Giornalistico Bayer dal titolo “Emofilia, aspetti sociali e clinici. Obiettivo: migliorare la qualità di vita dei pazienti”.

 

L’iniziativa, quindi, mira non solo a fare luce sull’emofilia, una patologia che solamente in Italia colpisce circa 4.000 persone, 30.000 in Europa, 400.000 nel mondo, ma anche e soprattutto a sensibilizzare l’opinione pubblica sugli aspetti clinici e sociali della patologia.

 

“Con questa prima edizione del Premio Giornalistico Bayer – dichiara Patrizia Guarraci, Responsabile BU Specialty di Bayer - intendiamo riconoscere come il vero protagonista della sanità sia il paziente emofilico e, con lui, le sue esigenze a livello di cure. Il traguardo può sicuramente essere raggiunto prima e più facilmente grazie alla collaborazione di tutti gli attori coinvolti nel mondo della tutela della salute: dai professionisti, ai care givers, fino ai volontari che operano nel mondo di questa patologia. Attraverso questa iniziativa – conclude Guarraci – Bayer intende contribuire attivamente a richiamare l’attenzione di tutti gli attori del settore sanità sull’esigenza di rispondere in maniera concreta alle esigenze del cittadino-paziente emofilico e della sua famiglia. Ci auguriamo, dunque, che la nostra iniziativa renda l’opinione pubblica più consapevole su questa malattia rara”.

 

Il Premio Giornalistico sottolinea l’importanza di dare informazioni corrette e complete sugli ultimi progressi raggiunti nel settore dell’emofilia: ecco che, allora, diventano fondamentali la profilassi, le diverse possibilità di cura a disposizione del paziente, la sicurezza dei trattamenti, attuali e futuri.

 

 

La giuria del Premio Bayer “Emofilia, aspetti sociali e clinici. Obiettivo: migliorare la qualità di vita dei pazienti” è così composta:

 

  • Francesco Brancati, Presidente Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione (UNAMSI)
  • Andrea Buzzi, Presidente Fondazione Paracelso
  • Cristina Cassone, Presidente Federazione Associazioni Emofilici (FedEmo)
  • Daniele Rosa, Direttore della Comunicazione Bayer
  • Giovanni Di Minno, Presidente Associazione Italiana Centri Emofilia (AICE)
  • Mattia Motta, componente Segreteria Federazione Nazionale della Stampa (FNSI)

 

 

 

Saranno considerati idonei a partecipare al Premio giornalistico Bayer i lavori riguardanti:

 

  • L’emofilia: dai sintomi alla diagnosi, dall’impatto clinico a quello sociale
  • L’importanza della profilassi per il trattamento di episodi emorragici
  • La sicurezza come elemento fondamentale nel trattamento
  • Le opzioni terapeutiche disponibili e qualità di vita
  • Le strutture d’eccellenza nella cura dell’emofilia
  • I benefici dello sport nei pazienti emofilici
  • I trattamenti futuri per gli adulti e per i bambini

 

Possono concorrere al Premio Bayer i giornalisti autori di articoli su quotidiani, periodici, testate online, blog o di servizi radiotelevisivi. I contributi candidati dovranno essere stati pubblicati o trasmessi tra il 1° febbraio 2016 ed il 1° marzo 2017 e dovranno trattare tematiche relative all’emofilia, ai sintomi, alla diagnosi, allo stato dell’arte della ricerca, all’impatto clinico e sociale, ai nuovi trattamenti al servizio del paziente emofilico e a tutti quegli aspetti che riguardano la sua qualità di vita.Nel caso di contributi pubblicati su testate online e blog saranno prese in considerazione solo le opere pubblicate con data visibile e che rimarranno online per tutto il periodo della manifestazione.

 

Il Premio prevede la suddivisione dei partecipanti in tre categorie:

  • Quotidiani e periodici (settimanali, mensili, quattordicinali, quindicinali, bimestrali, trimestrali e allegati salute dei quotidiani)
  • Radio e tv
  • Testate Online (inclusi i blog)

 

 

I vincitori riceveranno una somma pari a 2.500 euro ciascuno e dovranno partecipare personalmente alla cerimonia di premiazione che avrà luogo ad aprile 2017, in occasione della Giornata Mondiale dell’Emofilia.

 

Il bando del Premio Giornalistico Bayer è disponibile all'indirizzo

http://www.gascommunication.com/2016/04/26/bayer-premio-giornalistico-emofilia/   

 

 

A proposito di Emofilia A

L’emofilia colpisce circa 400.000 persone nel mondo ed è una patologia principalmente ereditaria in cui una delle proteine necessarie per la formazione dei coaguli di sangue è mancante o carente. L’emofilia A è il tipo di emofilia più comune; in questo caso è assente o presente in quantità ridotta il fattore VIII. L’emofilia A colpisce 1 persona su 10.000, per un totale di più di 30.000 persone in Europa. Nel tempo, l’emofilia A a causa di sanguinamenti continui o spontanei, specialmente nei muscoli, nelle articolazioni o negli organi interni può portare a quadri di artropatia invalidanti.

 

 

Bayer: Science For A Better Life

Bayer è un gruppo globale con competenze chiave nei settori delle Life Sciences, Salute e Agricoltura. I prodotti e i servizi sono pensati per il benessere delle persone e per migliorare la qualità della loro vita. Allo stesso tempo il Gruppo Bayer aspira a creare valore attraverso l’innovazione, la crescita e un’elevata redditività. Bayer fonda la propria attività sui principi di sviluppo sostenibile e sulla responsabilità etica e sociale. Nel 2014, il Gruppo ha impiegato 118.900 persone e registrato un fatturato di 42,2 miliardi di euro. Gli investimenti in conto capitale sono stati pari a 2,5 miliardi di euro mentre quelli in Ricerca & Sviluppo sono stati pari a 3,6.

 

 

Segreteria Organizzativa

PREMIO GIORNALISTICO BAYER

GAS Communication & Partners Srl

 

Contatti:

Marco Vittorio Ranzoni, phone +39 02 3978 3340

Email: marco.ranzoni@bayer.com

 

Ufficio Stampa GAS Communication

Francesco Demofonti – Fabrizia Giordano

Tel. 06 68134260; Mob. 338 4376425 – Mob. 340 8442760

Email: f.demofonti@gascommunication.com; f.giordano@gascommunication.com

 

Via Pietro Blaserna, 94

00146 Roma

Tel. +39 06 68 13 42 60

Fax +39 06 68 13 48 76

info@gascommunication.com

 

 

Forward-Looking Statements

This news release may contain forward-looking statements based on current assumptions and forecasts made by Bayer management. Various known and unknown risks, uncertainties and other factors could lead to material differences between the actual future results, financial situation, development or performance of the company and the estimates given here. These factors include those discussed in Bayer’s public reports which are available on the Bayer website at www.bayer.com. The company assumes no liability whatsoever to update these forward-looking statements or to conform them to future events or developments.